Brochure e cataloghi

Una cliente, una uggiosa mattina invernale arrivò da me con queste parole:” devo conoscere questo nuovo cliente, di tale azienda. Vorrei una brochure, una cosa veloce, semplice, pure una carta normale, così posso stampare da sola a casa, magari fammi tutto per un A4 da ripiegare, di quelli che poi si aprono, a tre ante”. (non so perché, ma quando si parla di questo formato, c’è un certo orgoglio, come se fosse una cosa di certo risultato e di una certa eleganza ed originalità”).

Episodi di questo genere avvengono spesso, dunque ho pensato di fare un esempio trasferendo questo discorso al più conosciuto mondo della moda: è come se tu mi dicessi: “Devo andare a conoscere questo tale cliente dell’azienda Pincoepallo, dunque voglio un vestito veloce, semplice, un tessuto normale, niente di che, me lo infilo al volo e vado.

Dunque: poichè non siamo dotati del dono di onnipresenza, i nostri materiali, servono a rappresentarci quando non ci siamo, sono i nostri sostituti e vanno a spasso al posto nostro. Non solo. I nostri materiali, non sono gli unici sulla scrivania del cliente cui aspiriamo. Su quella scrivania, ci saranno brochure, piuttosto che cataloghi di prodotto, di persone passate prima di noi, più semplicemente detta: concorrenza. Questo vuol dire che il nostro materiale dovrà spiccare, venire fuori, essere memorabile, comunicare i nostri valori. Certo se il tuo obiettivo è trasmettere professionalità, eccellenza, prestigio e poi arrivi con un a4 stampato a casa svolazzante, mi viene difficile credere alla tua passione per i dettagli e le tue forniture nel settore Eccellenza.

Immagino che ti presentarai a questo appuntamento con una certa eleganza, dunque il foglietto stampato a casa, striderà ancora di più. Sarà come essere vestita di tutto punto con i capelli arruffati e le ciabatte. Pensaci.

Una mia cliente anni fa investì nella produzione di accessori da donna. Tutto artigianato 100% made in Italy realizzato con materiali di pregio. Ovviamente non si parlava di prodotti da mercatino, sarebbero stati proposti alle boutique, dove già c’erano bene esposti materiali di altisonanti nomi della moda italiana. Ovviamente, una parte dell’investimento doveva riguardare delle foto ben fatte, un catalogo ben studiato e delle shopper di tutto rispetto. Questo perché il “materiale di accompagnamento” di un certo prodotto deve stare bene nel luogo in cui il nostro prodotto si troverà. Un portafogli che al cliente finale costerà 350,00 euro, non può avere una bustina trasparente né un volantino in bianco e nero stampato a casa. Nella mia boutique di eccellenza, certamente quel triste volantino scomparirebbe. Pensaci.

Come per gli altri materiali, quello che si può studiare è: un formato interessante, una carta particolare, una lavorazione un po’ speciale.

Il catalogo è la cornice del tuo prodotto, deve essere studiato in modo da mettere in risalto, valorizzare ed impreziosire i tuoi prodotti, come i faretti delle vetrine di Tiffany fanno brillare gli anelli in vetrina.

Come funziona il mio servizio

  • Mi scrivi e ci accordiamo per fissare un appuntamento su Skype
  • Durante l’appuntamento mi spieghi di cosa hai bisogno, cosa ti piace e cosa proprio non ti piace
  • Ti arriverà a seguire una mia email riassuntiva: dopodiché, se è tutto corretto, mi mandi i testi da inserire sulla brochure
  • Comincio a lavorare, studio il target, il tono di comunicazione, lo stile visivo, le pagine complessive, il tipo di carta ed il formato più adatto a valorizzare il tuo prodotto, o la tua attività.
  • Ti invio 2 proposte, (non faccio due brochure intere, avrai però due copertine e due doppie pagine tra le quali scegliere)
  • Scegli la proposta che preferisci e lavoriamo su quella.
  • Al saldo della fattura ti consegnerò il materiale ad hoc per la stampa
  • Se non sai dove stampare, come fare, a chi rivolgerti, posso aiutarti, ti invio un preventivo, se lo accetti stampiamo ed il materiale ti arriva a casa. 🙂

Cosa ottieni

  • Professionalità

Altre richieste?

Se hai necessità particolari, scrivimi qui sotto di cosa si tratta, se posso sarò felice di aiutarti o di indicarti a chi puoi rivolgerti!

Come ti chiami?

Qual è la tua email?

Scrivimi tutto.